Seguici su
Agente 0011

A Padova l’Uisp al fianco di Libera per la Giornata della memoria e dell’impegno

19 marzo 2019
Condividi:
Si svolgerà a Padova, come piazza principale, la XXIV Giornata della memoria e dell’impegno che ricorda tutte le vittime innocenti delle mafie e rinnova in nome di quelle vittime l'impegno nella lotta alla criminalità organizzata e alla corruzione. La giornata è promossa da Libera e Avviso Pubblico in collaborazione con la Rai - Responsabilità sociale e sotto l'Alto Patronato del Presidente de la Repubblica. “Passaggio a Nord Est, orizzonti di giustizia sociale” è il tema che accompagnerà il 21 marzo, durante il quale i familiari di vittime innocenti delle mafie saranno presenti a Padova e nei tanti luoghi dove si svolgerà la manifestazione. Durante la giornata saranno letti i circa 1000 nomi di vittime innocenti delle mafie, semplici cittadini, magistrati, giornalisti, appartenenti alle forze dell’ordine, sacerdoti, imprenditori, sindacalisti, esponenti politici e amministratori locali morti per mano delle mafie solo perché, con rigore, hanno compiuto il loro dovere.

Domenica 31 marzo con Vivicittà 2019, corsa e passeggiata sportiva non competitive a scopo benefico, a Padova ci sarà un’altra occasione per parlare di legalità. Grazie alla collaborazione tra l’Uisp Padova e Libera al fine di sensibilizzare i cittadini sul tema della lotta contro le mafie. Per l’occasione i percorsi delle passeggiate ludico-motorie, di 5 e 10 km, sono stati modificati e toccheranno Porta Portello, uno dei luoghi simbolo della città che oggi vede una nuova vita grazie ai giovani e all’Università. In questo luogo Libera installerà il proprio gazebo informativo. “Ad oggi nel Comune di Padova ci sono nove beni immobili confiscati alle mafie con provvedimenti passati in giudicato – spiega Marco Lombardo, referente Libera Padova – Mafie al plurale in quanto diverse sono le realtà criminali di stampo mafioso alle quali detti beni sono stati definitivamente sottratti per essere restituiti allo Stato ed alla collettività. Alcuni di tali beni immobili si trovano in via Dini, in via Marangon ed in via Dal Pozzo e ulteriori beni sono soggetti a prossimi provvedimenti di sequestro”.

Uisp e Libera vantano una pluriennale collaborazione a livello nazionale e naturale è stato l’avvicinamento anche nella Città del Santo: “Proprio il nesso che lega impegno per la legalità, politiche sociali e sport è la molla che ci ha spinto sin dall’inizio e ci spinge ancora ad essere al fianco della Uisp – ricorda Lombardo –Naturale, pertanto, la nostra decisione di collaborare per la realizzazione dell'evento Vivicittà 2019 in maniera da offrire alla cittadinanza un'esperienza che non fosse solo sportiva e di riappropriazione di spazi urbani, ma anche in grado di sensibilizzare i partecipanti al tema della presenza delle mafie anche in Veneto ed a Padova, considerato come la consapevolezza della sussistenza e portata del fenomeno è scarsa e scarna in queste realtà territoriali. Libera – aggiunge – ha deciso di organizzare nel nordest ed a Padova in particolare la prossima XXIV giornata nazionale della memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie. Per raccontare e condividere con la società civile i motivi che ci hanno portato a scegliere il nordest come luogo ove realizzare detta commemorazione, abbiamo deciso di organizzare e partecipare a tutta una serie di incontri pubblici ed eventi, anche di natura sportiva quale Vivicittà, in modo da raggiungere il maggior numero di persone e sensibilità”.

“Per l’Uisp di Padova sarà un Vivicittà innovativo – specifica Alessandra Mariani, vice presidente del Comitato – all’interno del quale presenteremo nuovi partner che hanno deciso di legarsi a noi per le numerose affinità con i valori promossi da Uisp nel territorio e con l’idea di allargare gli orizzonti culturali di tutti i partecipanti. Siamo sicuri che saremo in grado di distinguerci e di offrire un evento unico nel suo genere anche in una città dove il podismo ha grande tradizione”.

La partenza e l’arrivo dell’evento si svolgeranno ancora una volta nella splendida cornice di Parco Europa in zona Stanga, quartiere al centro dell’attenzione per le attività di riqualificazione urbana dopo lunghi periodi di degrado. I percorsi si svilupperanno poi lungo gli argini cittadini del fiume Piovego in un mix di natura e storia della città.

Ricerca

join the community