La Sostenibilità è Donna: Kate Raworth

19 Aprile 2021

Kate Raworth


Kate Raworth è un economista inglese. Laureata a Oxford con il massimo dei voti nel corso “Politica, Filosofia ed Economia”, ha successivamente svolto un master in Economia dello Sviluppo, sempre presso la rinomata università inglese. Kate Raworth non si ritiene però una semplice economista, piuttosto una renegade economist” (economista rinnegata).  

Per Kate le sfide del 21esimo secolo possono essere affrontate solo superando la logica della continua ricerca della crescita economicaquella che oggi misura la potenza e il progresso di un paese con l’unico strumento del Pil nazionaleLa sua visione sistemica della realtà l’ha portata ad una riflessione critica sull’attuale paradigma, pratico e teorico, e alla conclusione che il modello attualmente in vigore sia profondamente errato. 

Con la teoria della ciambella”  Kate Raworth è diventata un personaggio noto e influente all’interno del contesto globale, inserendosi nel dibattito pubblico come una delle pioniere di una nuova Economia Sostenibile. La sua riflessione, presentata per la prima volta nel 2012 in un rapporto Oxfam, trova pieno compimento nella pubblicazione del libro, tradotto poi in oltre 20 lingue, Doughnut Economicsseven ways to think like a 21st century economist (L’economia della ciambella: sette modi per pensare come un’economista del 21esimo secolo).  

Oggi Kate Raworth è membro di molte importanti commissioni, come il Club di Roma il Consiglio dell'Organizzazione Mondiale della Sanità per l'Economia della Salute per Tutti. È inoltre co-fondatrice di Doughnut Economics Action Lab e professoressa sia presso l'Environmental Change Institute dell'Università di Oxford sia presso l'Università di Scienze Applicate di Amsterdam. 

 

Doughnut Economics


La semplicità visiva della Doughnut Economics, fondata su solide basi scientificheha reso la teoria della Raworth uno spazio di riflessione, reimmaginazione e ristrutturazione del futuro che oggi coinvolge comunità, governi, città e nazioni di tutto il mondo. 

 

Cosa è la ciambella?


La “teoria della ciambella” è la bussola per la prosperità umana nel 21° secolo. La Doughnut è uno spazio sicuro per l’umanità, uno spazio dove l’Umanità può prosperare perseguendo un reale benessereequo e sostenibile. I due anelli concentrici che formano la comunissima ciambella rappresentano i confini dello Sviluppo umanoindividuati nella base sociale e nel tetto ambientale. All’interno della ciambella troviamo lo spazio critico di depravazione umana (shortfall), all’esterno della ciambella si trova lo spazio critico di degradazione planetaria (overshoot). 

 

I Confini:


La ciambella individua ventuno confini sociali e ambientali del nostro sistema da considerare per ridefinire e riprogrammare lo Sviluppo. 

Confini Sociali 

Il cerchio che delinea l’interno della ciambella consiste nella base sociale, la quale garantisce universalmente giustizia, equità, uguaglianza e sostenibilità, affinché nessuno venga lasciato indietro nel diritto ad una vita dignitosa. Le dodici tematiche sulle quali si misura la prosperità sociale derivano dagli SDGs dell’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile 

I dodici confini della base sociale sono: salute, educazione, pace e giustizia, parità di genere, cibo, acqua, casa, ricchezza e lavoro, energia, networks, equità sociale, voce politica.  

Confini ambientali  

L’estremità esterna della ciambella è formata dal tetto ecologico, identificato nei nove confini planetari del sistema Terra definiti dalla comunità scientifica internazionaleSecondo il paradigma, "trasgredire uno o più confini planetari può essere deleterio o addirittura catastrofico a causa del rischio di oltrepassare soglie che innescheranno un cambiamento ambientale brusco e non lineare all'interno di sistemi da scala continentale a scala planetaria". 

I nove confini del tetto ambientale sono: acidificazione degli oceani, cambiamento climatico, fascia d’ozono nella stratosfera, uso globale dell’acqua, cambiamento nell’utilizzo del sistema terrestreprocessi di aereosol atmosfericiintegrità della biosfera, flussi biogeochimici, inquinamento chimico e rilascio di nuove entità. 

A che punto siamo? 

L’attuale paradigma economico ci sta portando a sforare i limiti della ciambella, sia quelli della base sociali e sia quelli del tetto ambientale, con fenomeni di shortfall (carenza di base sociale) overshoot (sforare il tetto ambientale) 

“Today we have economies that need to grow, whether or not they make us thrive. What we need are economies that make us thrive, whether or not they grow.“


“Oggi abbiamo economie che hanno bisogno di crescere, che ci facciano prosperare o meno. Ciò di cui abbiamo bisogno sono economie che ci facciano prosperare, indipendentemente dal fatto che crescano o meno." 



Kate Raworth 


 

Sette mosse per una nuova economia  


La teoria della ciambella individua sette diverse ricette per trasformare la nostra economia, in una nuova economia. Bisogna superare la visione economica del 20esimo secolo, poiché davanti alle sfide del presente e del futuro si sta rivelando inefficiente e ineguale. Le sfide del nuovo secolo vanno affrontate con una nuova mentalità adatta alla complessità e all’indivisibilità del nostro sistemariconoscendo le sinergie e i trade-off del nostro sistema. 

La transizione verso l’”Economia della Ciambella” è declinata in sette passi: 

  1. Cambia l'obiettivo: dalla crescita del PIL alla ciambella

  2. Guarda il quadro generale: dal mercato autonomo all'economia integrata

  3. Coltiva la natura umana: dall'uomo economico razionale agli esseri umani adattabili alla società

  4. Diventa esperto con i sistemi: dall'equilibrio meccanico alla complessità dinamica

  5. Progetta per distribuire: da "la crescita si rialzerà" a distributivo per design

  6.  Crea per rigenerare: da "la crescita lo ripulirà di nuovo" a rigenerativo per design

  7. Sii agnostico riguardo alla crescita: da dipendente dalla crescita a agnostico della crescita 


 

 I principi pratici della ciambella 


Come trasformare l’idea radicale della ciambella in azione, e quindi come attuare la teoria della Raworth nel concreto è delineato da sette principi pratici. 

  1. Individuare l’obiettivo del 21esimo secolo 

  2. Osservare l’intero sistema 

  3. Nutrire la natura umana 

  4. Avere un pensiero e una mentalità sistemica 

  5. Essere distributivo ed equo 

  6. Essere rigenerativo ed ecologico 

  7. Mirare a prosperare piuttosto che a crescere 


 





 

Simone Gennari 
Condividi

Social wall

Domani la versione integrale dell'11 episodio di Youth Talks. Con noi ci saranno Ilenia, Sofia, Manfredi e la professoressa Marilena Salemi che ci racconteranno del progetto "Il Comitato dei Diritti" che coivolge due istituti comprensivi di Palermo.

#agente0011 #youthtalks #teaser #nuovoepisodio #ilcomitatodeidiritti #actionaiditalia
...

Cooperi-AMO🌍
Il nuovo podcast di Agente0011 che vi racconta l'esperienza di un giovane o una giovane cooperante.
Consigli, descrizioni del ruolo e racconti su questa figura professionale!
Domani sul nostro canale IGTV e su radio kivuli ascolteremo la testimonianza di Francesco dall'Iraq!
Stay tuned ➡️➡️➡️

#agente0011 #cooperiAMO #cooperazione #actionaaiditalia #podcast
...

Presto la diretta IGTV del 10 episodio di Youth Talks. Con noi ci saranno Valeria, Ilyas e Tommy del centro Fonti San Lorenzo che ci racconteranno del progetto "Sotterfugio", che ha come obiettivo quello di promuovere l'inclusione sociale e la partecipazione giovanile.
#agente0011 #youthtalks #teaser #actionaaiditalia #centroculturalefontisanlorenzo @agente0011 @centrofontisanlorenzo
...