Seguici su
Agente 0011

L’importanza delle vaccinazioni

29 ottobre 2018
Condividi:
Il vaiolo è una delle malattie che ha cambiato per sempre la storia delle medicina e, dunque, della nostra società. Prima dell'introduzione del vaccino, infatti, milioni di persone sono morte per questa malattia oggi scomparsa. E poi? La malattia è scomparsa. Ma come è scomparsa? Sempre grazie al vaccino, scoperto nel 1796 da un geniale medico di campagna britannico: Edward Jenner (1749-1823).
Il lavoro di Jenner è stato il primo tentativo scientifico di controllare una malattia infettiva mediante vaccinazione e la scoperta fu talmente importante che in Inghilterra, a partire dal 1840, la vaccinazione divenne obbligatoria per tutti.
Da allora molti altri vaccini sono stati inventati (epatite, poliomielite, morbillo, ecc.) e somministrati in tutto il mondo, stimolando il sistema immunitario del corpo a proteggere le persona da successive infezioni o malattie.
Le vaccinazioni sono uno strumento collaudato per il controllo e l'eliminazione di malattie infettive potenzialmente letali e si stima che - al giorno d’oggi - prevengano tra 2 e 3 milioni di morti ogni anno. È uno degli investimenti per la salute più convenienti, con strategie comprovate che lo rendono accessibile anche alle popolazioni più difficili da raggiungere e vulnerabili. Approfondite la posizione dell’Organizzazione Mondiale della Sanità sulle vaccinazioni a questo link: https://www.who.int/topics/immunization/en/

Ricerca

join the community