Seguici su
Agente 0011

Il bullo non è bello

11 ottobre 2017
Condividi:
“Il lupo e l’agnello” è una famosa favola di Fedro, adattata in poesia da Jean de La Fontaine.



La morale della favola è che ci sono “uomini che opprimono gli innocenti con falsi pretesti”.



Abbiamo invitato i team a leggere la fiaba e a riflettere insieme sul suo messaggio.



I lupi e gli agnelli ci sono anche oggi. Ci sono categorie di persone che vengono oppresse dai più forti e potenti. 



Tra i contributi inviati abbiamo scelto quello del team Squallor - Classe II dell'Istituto Tecnico "Francesco Morano" di Caivano in provincia di Napoli che affronta la tematica del bullismo. Un problema presente nelle aule scolastiche.



Come raccontano i ragazzi:
Chi è forte e prepotente cerca sempre una scusa per far fuori o papparsi l’innocente.

C'è sempre qualche prepotente che a scuola detta legge?



Anche se alcune persone ritengono che la prevaricazione è negli occhi di chi guarda, un amico o collega di classe (studente) davvero autoritario può renderti la vita sgradevole e anche difficile.



È la persona che si ostina a tenere in mano le redini di tutto ciò di cui sei responsabile. Continui commenti su come organizzi il tuo banco, come porti la cartella, su quali merende porti a scuola, come ti vesti o sul tuo aspetto fisico. Anche farsi fare i compiti può essere un gesto di prepotenza e una mancanza di rispetto verso i tuoi stili di vita con l'abitudine di insinuarsi nel tuo spazio vitale.



Quando la prepotenza va oltre la tua soglia di tolleranza, è tuo diritto avvisare chi tenta di prevaricarti che non sei un bersaglio della sua diffidenza e delle sue critiche.



Prova a tenere relazioni amichevoli con tutti, esigendo rispetto reciproco dagli altri amici. Se fai vedere chiaramente quali sono i tuoi confini a una persona dispotica, imparerà subito a non oltrepassarli.

 

DOWNLOAD:

Ricerca

join the community